Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più leggi la nostra Cookie Policy

Blog

agenzia

Da lunedì prossimo 20 febbraio e fino al 20 marzo, i contribuenti che hanno sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale, sistemi di allarme e contratti per servizi di vigilanza potranno inviare le domande di accesso al credito d'imposta introdotto dalla Legge di Stabilità 2016.

Il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate chiarisce che la richiesta va inviata telematicamente all’Agenzia utilizzando l’apposito software gratuito Creditovideosorverglianza che sarà disponibile sul sito www.agenziaentrate.gov.it

Al canale telematico possono accedere tutte le persone fisiche che nel 2016 abbiano sostenuto spese per sistemi di videosorveglianza digitale o di allarme oppure spese connesse ai contratti stipulati con istituti di vigilanza a protezione di immobili non adibiti ad attività d’impresa o lavoro autonomo.

Scarica il provvedimento dell'Agenzia delle Entrate cliccando qui

ST-ITALIA firma accordo con Synphonia per diventare loro rivenditore.

La rete Wireless di Synphonia.net basata su ponti radio a 5GHz-17GHz e 24GHz consente la connessione dati e voce senza essere legati ad un operatore telefonico e quindi permette di superare il divario digitale (digital divide) tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione (in particolare personal computer e internet) e chi ne è escluso, in modo parziale o totale. Synphonia.net con personale proprio installa antenne (CPE), con posa in opera e collaudo, fornisce il router e supporta il cliente in tutte le fasi della fornitura, dal sopralluogo iniziale alla messa in servizio e all’assistenza continua per tutta la durata del rapporto.

Le connessioni su cavo (Adsl, Shdsl, Vdsl) rappresentano il modo più semplice ed economico per connettersi ad internet in quanto utilizzano il classico doppino telefonico utilizzato per la fonia, ma soffrono di tutti quei problemi legati all’obsolescenza della rete telefonica italiana gestita da un unico operatore (Telecom Italia). Le connessioni su cavo sono facili da realizzare in quanto è sufficiente, se in zona coperta dal servizio, chiedere l’attivazione senza necessità di interventi sulla struttura, sia che si tratti di azienda, ufficio o abitazione. Synphonia.net grazie al contratto wholesale di un’azienda del gruppo con l’operatore telefonico Clouditalia Telecomunicazioni SpA, è in grado di attivare in completa autonomia il servizio di connessione ad internet su Adsl, Shdsl, Vdsl, fornire il router e supportare il cliente in tutte le fasi della fornitura, dalla consulenza iniziale alla messa in servizio e all’assistenza continua per tutta la durata del rapporto.

Il servizio di accesso ad Internet in fibra ottica è erogato tramite l’interconnessione diretta della sede cliente con un PoP di accesso della rete IP di Clouditalia con un circuito Ethernet realizzato in fibra ottica (FTTH). Il servizio è disponibile con velocità di accesso da 10 a 100Mb/s. Il servizio è sempre consegnato con un apparato di terminazione CPE (Customer Premises Equipment) installato a casa del cliente finale. La fornitura del dispositivo è comprensiva di installazione, configurazione iniziale, manutenzione e gestione remota. Synphonia.net grazie al contratto wholesale di un’azienda del gruppo con l’operatore telefonico Clouditalia, è in grado di attivare il servizio di connessione ad internet su fibra ottica, fornire il router e supportare il cliente in tutte le fasi della fornitura, dalla consulenza iniziale alla messa in servizio e all’assistenza continua per tutta la durata del rapporto.

Per maggiori informazioni clicca qui.

L’inclusione nel testo della Legge di Stabilità di un emendamento che porta all’introduzione tra gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici - cosiddetto ecobonus - di interventi di messa in opera di sistemi domotici e dibuilding automation è molto apprezzato da ANIE Confindustria, la Federazione Nazionale delle Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche.

"È un professionista specializzato nell’evitare multe da capogiro quando si parla di protezione dei dati. Si chiama privacy officer e in 15 altre nazioni europee è già obbligatorio nelle aziende o incentivato dalla legge, per non parlare degli Stati Uniti dove esiste dagli anni ’90. Ma è una professione destinata ad affermarsi in breve tempo pure in Italia, complice anche il regolamento europeo sulla protezione dei dati, che lo imporrà a pubbliche amministrazioni e migliaia di aziende. Tanto che Federprivacy stima che ne avrebbero bisogno 2 aziende italiane su 3."

L’app  myTecnoalarm si arricchisce di una nuova funzione per la gestione delle zone controllate dall’impianto, che ti permette di gestire comodamente il Sistema ovunque ti trovi. Per poter utilizzare la funzione “Isolamento e reintegro zone”, verifica con il tuo Installatore che la centrale sia aggiornata all’ultima versione del firmware. Per i dispositivi Apple, l’accesso al Sistema è ora possibile anche tramite la funzione Touch ID. L’app è disponibile per dispositivi Android e iOS.

Ksenia Security presenta la sua APP LaresMobile, strumento di gestione per le centrali lares IP disponibile sia su iOS che su piattaforma Android; si affianca alla tradizionale interfaccia Web server.

TP20-440 è l’innovativo Sistema Bus, ad architettura espandibile tele-programmabile e telegestibile, di Tecnoalarm. Fino ad 424 zone cablate e 160 radio per un massimo di 440 zone logiche.

Le immagini registrate dalle telecamere poste dal datore di lavoro in modo da riprendere le casse all’insaputa del personale sono considerate dalla Cassazione prove legittimamente acquisibili ex art. 234 cpp, in caso di controlli difensivi.

In Fiera “Sicurezza 2014” viene presentata per la prima volta la soluzione N&V (Networking & Video) più flessibile e scalabile del mercato: essa permette infatti di mettere in rete e di gestire da un unico punto, anche tramite App, da 2 a 8 centrali lares 128-IP unendo diverse possibilità, oltre che di visione in streaming, anche di registrazione - da qualsiasi telecamera e nella risoluzione desiderata – nonché di invio tramite allegato email.